Nintendo Labo: la console diventa creativa!

Nintendo Labo: la console diventa creativa!

1 38

Ho due bambini molto diversi fra loro e me ne rendo conto soprattutto quando si tratta di giochi. Nabiki predilige i giochi di azione, i giochi in cui la creatività è libera di esplodere; si arma spesso di forbici, carta, colori o qualsiasi altro oggetto creativo e costruisce di tutto con una bravura e un dettaglio tale, che a mio avviso potrebbe tranquillamente pensare di fare la toy designer 😊

Kian è più semplice, fa più fatica ad intrattenersi da solo e ama i giochi da tavolo e quelli di simulazione; vuole spesso giocare con qualcuno e chiede spesso alla sorella di giocare insieme…non è però cosa facile perché sono maschio e femmina, hanno due età e caratteri diversi.Ci sono però molti momenti in cui come per magia si incontrano e per ore li ritrovo a giocare e ridere insieme e quei momenti sono fantastici.Qualche settimana fa è capitato all’arrivo del nuovo Nintendo Labo per Nintendo Switch. Lo avevano già visto e provato all’evento di anteprima e fin da quel momento periodicamente me lo chiedevano con impazienza.

Sapete cos’è Nintendo Labo?

In pratica è un nuovo modo di giocare (geniale a mio avviso) con cui i bambini possono costruire e trasformare dei semplici pezzi di cartone in veri e propri giochi (chiamati Toy-con) ed utilizzarli poi con la console Nintendo Switch per continuare a giocare interagendo con il Toy-con.Mi spiego meglio: i giochi sono assemblati in kit che il bambino può costruire seguendo le istruzioni passo – passo .E’  davvero semplice.. Nabiki ha inserito il DVD con le istruzioni e con l’aiuto di Kian che le passava tutti i pezzetti e le faceva da “assistente al montaggio” ha costruito tantissimi toy-con. Ne esistono davvero moltissimi: dalla semplice macchinina, alla casetta, pianoforte, canna da pesca, moto e persino uno zaino che indossato trasforma il vostro bimbo in un robot interattivo capace di volare e se si ha fantasia – utilizzando la modalità garage-  è possibile addirittura creare i propri toy-con con infinite possibilità.Per serate intere si sono messi in coppia a costruire e decorare i loro toy-con con la faccia sorridente ed impaziente di vedere il risultato finito. Sentivo spiegazioni e commenti fra di loro, gridolini di gioia e hanno passato ore a montare e colorare, a discutere su cosa utilizzare per renderli più belli e speciali secondo i loro gusti.Una volta finito ogni toy-con l’emozione è stata attaccare la console ed iniziare a giocare con la loro creazione e pieni di orgoglio venivano a mostrarcele spiegandoci ogni singola funzione (chi mi ha seguito sulle storie di Instagram saprà di cosa parlo 😉)

Di questo gioco mi piace moltissimo che unisca creatività e manualità alla fase di gioco vera e propria, trasformando l’intero processo in un momento per imparare, sfidare sè stessi e personalizzare tutto secondo i propri gusti e la propria fantasia.

Il kit che noi abbiamo provato è quello assortito che contiene in realtà più giochi insieme. Il mio preferito?

Ne ho due in realta (e si, confesso che piacciono moltissimo anche a me): il piano perchè oltre all’avvicinamento alla musica, ha davvero i tasti pesati come nel piano vero e tantissimi effetti e funzioni (si può persino registrare;-))

L’altro è la canna da pesca: ha un vero mulinello e per me è una piccola reminescenza di quando da piccola andavo a pescare con mio papà.. ora posso giocarci con Kian e ridiamo come due matti.

Invece riuscite a capire quale sia quello preferito da Nabiki?

Direi che dalle foto qui sopra potreste intuirlo 😉

*post in collaborazione con Nintento Italia

1 COMMENT

  1. Mio figlio guarda tutti i video di questi kit su internet e me li sta chiedendo da quando sono usciti. Mi sa che a settembre cediamo anche noi

Leave a Reply

quindici + 19 =